Confessioni di una dal cuore tenero.

Lo so, mi ero ripromessa di scrivere in inglese. O, perlomeno, in italiano ed inglese per raggiungere un pubblico piu’ ampio (no scusa, chi?). Pero’ questa sera e’ una di quelle sere e va un po’ cosi’. 
Ci siamo, sono passati 20 giorni e il borsone e’ pronto di nuovo per partire: si torna a Londra. Al freddo. Perche’ passare da 30 gradi a 19 sara’ traumatico come al solito. 
E poi c’e’ il cuore, che come dice un mio amico non e’ poi cosi’ di pietra come sembra. OPS. 
In questa vacanza ho fatto delle vacanze nella vacanza, ho passato molto tempo con la mia famiglia e un po’ di tempo con gli amici. Ecco, io lo sapevo che andava cosi’. Non fraintendetemi, di amici ne ho. Ne ho sempre avuti molti ma soprattutto ne ho sempre avuti in giro per il mondo. E ora che anche io sono in giro per il mondo, quelli di casa sono un po’… foschi. Alcuni sono sempre un punto fisso, che ogni volta che torno vedo e con cui passo dei bei momenti. Altri stanno sbiadendo. E poi c’e’ questa cosa a cui ancora non riesco ad abituarmi: ogni volta che torno ho un’amica in piu’ che va a convivere, una in piu’ che si sposa, qualcuna che fa figli. Lo so, pare sia “normale”.
Ma normale per chi? Perche’? E poi ho il dubbio di essere io quella al contrario, nonostante sia certa di stare percorrendo la strada giusta per me stessa. 
E allora, va bene cosi’ ci vuole solo un po’ di abitudine a vedere poppanti, case nuove e coppie felici. 
La mia citta’ in questi venti giorni e’ stata piu’ bella di sempre, forse perche’ e’ estate. 
Ci rivedremo a Natale, con le luci e quella velata malinconia che accompagna le festivita’. 
Vorrei ringraziare tutte le persone e tutti i luoghi che mi hanno accompagnato in questa vacanza, andare da loro e stringerli forte e dirgli quanto per me ha significato essere qui, dopo mesi di duro lavoro e di zero tempo per me stessa. Vorrei dire alla mia famiglia che me la porto nel cuore, sempre, in ogni istante della mia vita e che separarmi da loro ogni volta mi spezza il cuore. 
Intendiamoci, lo so bene che se io volessi potrei fare una valigia e tornare a casa in qualsiasi momento. Ma sappiamo anche non e’ quello che voglio e che nella vita non sempre si puo’ avere tutto. 

Sono pronta a ripartire, a testa alta e cacciando i lacrimoni che minacciano di scendere da una giornata intera. 
Ciao Trieste, ci rivediamo presto. 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s