South Portugal 2013: how to be totally in love.

Immagine

Il Portogallo è bello come non mi aspettavo. Anzi di più. 
Un mio ex compagno di corso che ho conosciuto a Londra ha vissuto lì un paio di mesi e quando ha finito il lavoro per cui si era trasferito mi ha chiesto se mi andava di andarlo a trovare. Per una che deve mettere ancora molte “x” sul mappamondo, perché no? 
Così ho passato tre giorni nel sud del Portogallo, tra un lavoro al Cricket Ground prima e un weekend in buona compagnia dopo. 
Ho volato su Faro per poi spostarmi sulla costa in macchina, in pure stile roadtrip e siccome il tempo era poco ho deciso di dare la priorità alla spiaggia, al mare e al cibo (strano!). Ci siamo spostati tra Faro/Olhão e Portimão con tappe a Alvor, Ferragudo e Albufeira. Maggio poi è il periodo perfetto, non ci sono ancora troppi turisti, il tempo è bello e caldo lo stesso (anche se il vento è freschetto) e quindi c’è tutto il tempo di godersi una spiaggia enorme e deserta. E poi c’è l’Oceano: immenso e freddo, ma un tuffo me lo sono fatta lo stesso, perché mica ce la possiamo perdere un’occasione così, no?
E poi il pesce, tanto pesce, di quello buono e gustoso. Perché ormai per me vivere a Londra vuol anche dire mangiare cose senza un vero sapore e la cosa mi amareggia non poco. 

Immagine

Mi sono totalmente innamorata, ho perso la testa per questo paese meraviglioso che devo ancora visitare per bene e che spero di vistare presto di nuovo. 
Andateci, viaggiate, andate dovunque nel mondo ed innamoratevi. Perché l’amore per il mondo è il sentimento più bello e appagante che ci possa essere. 

Immagine

Per altre foto visitate la mia pagina Flickr

Advertisements

5 thoughts on “South Portugal 2013: how to be totally in love.

  1. In Portogallo ci sono stato l’anno scorso ma mi manca il sud… L’ho lasciato fuori apposta perchè pensavo che valesse la pena di un viaggio a se stante e, dalle foto che hai fatto, ne ho la conferma 🙂

  2. Giulia bella.Mi sono letta un po’ il tuo blog,che è proprio carino e scritto molto bene!Il post sul Portogallo mi ha ricordato un viaggio che ho fatto un po’ di anni fa in Andalusia,eravamo in macchina e ci siamo spinti fino a Cadice,costeggiando poi il mare verso sud fino ad arrivare a Tarifa,sullo stretto di Gibilterra.Ho ancora negli occhi i colori di quei posti meravigliosi:l’oceano(ci siamo arrivati di notte con luna piena.sembrava un film!)e poi i pueblos blancos,i campeggi,i kite surf che coloravano le spiagge,Canos de Meca(un flash:tutti hippies!)il vento,Tarifa che è un posto meraviglioso e che credo a te piacerebbe tanto.L’anno scorso stavo per partire per Lisbona ma il viaggio mi è saltato all’ultimo momento…ma mi sono ripromessa di visitare il Portogallo appena potrò.Ti mando un grande abbraccio,viviti questa bella esperienza londinese.Ciao!

    1. Ciao Vale!! Che bel commento, grazie!!
      Io invece leggo sempre i tuoi post su FB e mi è piaciuto quello sull’essere mamma di poco fa, molto emozionante!
      Terrò a mente i tuoi posti per il prossimo viaggio in Portogallo, anche se credo punterò a Lisbona. Nel frattempo… progetto altri viaggi, devo ancora decidere la meta!
      Un abbraccio a te e al tuo splendido pupo!

  3. ITACA

    Quando ti metterai in viaggio per Itaca
    devi augurarti che la strada sia lunga,
    fertile in avventure e in esperienze.
    I Lestrigoni e i Ciclopi
    o la furia di Nettuno non temere,
    non sarà questo il genere di incontri
    se il pensiero resta alto e un sentimento
    fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
    In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
    nè nell’irato Nettuno incapperai
    se non li porti dentro
    se l’anima non te li mette contro.

    Devi augurarti che la strada sia lunga.
    Che i mattini d’estate siano tanti
    quando nei porti – finalmente e con che gioia –
    toccherai terra tu per la prima volta:
    negli empori fenici indugia e acquista
    madreperle coralli ebano e ambre
    tutta merce fina, anche profumi
    penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi,
    va in molte città egizie
    impara una quantità di cose dai dotti.

    Sempre devi avere in mente Itaca –
    raggiungerla sia il pensiero costante.
    Soprattutto, non affrettare il viaggio;
    fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
    metta piede sull’isola, tu, ricco
    dei tesori accumulati per strada
    senza aspettarti ricchezze da Itaca.
    Itaca ti ha dato il bel viaggio,
    senza di lei mai ti saresti messo
    sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

    E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
    Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
    già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s