Never give up. Perché il portone che ci attende è sempre lì, basta vederlo.

Ok ora posso dirlo: la scorsa settimana ho fatto un colloquio. Anzi, IL colloquio. Che però non è andato a buon fine. Ma andiamo con ordine.
Nella miriade di job applications che ho mandato, c’è n’era una grossa ovvero quella per le Olimpiadi, no non quelle in Brasile, ma per la sede centrale (HQ) in Svizzera.
Ho mandato talmente tante domande per lavori qui e in Europa che onestamente non mi ricordavo neanche di averla inviata. Comunque la scorsa settimana mi è arrivata una mail che diceva che erano interessati a fare un colloquio in videoconferenza (what?) e così venerdì scorso l’abbiamo fatto: io da sola in una stanza che parlo ad uno schermo dove ci sono la HR Manager e il Social Media Manager. Sullo sfondo i cinque cerchi Olimpici. Ciao proprio.
Ovviamente, per me, le Olimpiadi sono un sogno. IL grande sogno nel settore degli eventi sportivi. Ma si sa che alla vita non gliene frega un cazzo e le cose vanno quindi come devono andare.
Nonostante un buon colloquio e le competenze che ho (cit.) le cose non sono andate come speravo. E sì, mi sono disperata. Sì, ci sono rimasta male. Malissimo.
Ma alla fine, che possiamo farci?
L’unica cura che ho trovato è continuare a mandare job applications e non demordere, perché alla fine è veramente l’unica cosa che posso fare.
Come direbbe mio padre, si chiude una porta e si apre un portone. E a volte è veramente così solo che molto spesso non ce ne accorgiamo, perché stiamo lì a fissare il portone chiuso.
Quando mi sono girata, per vedere il portone che si stava aprendo, ho notato che dal lavoro coi catering mi hanno detto “Brava, ben fatta” per un lungo turno ad un evento e mi hanno pure detto che qualcuno mi ha nominato per salire il gradino successivo e diventare ambassador.
Non saranno le Olimpiadi, non sarà quello che farò per tutta la vita (che poi, lo vogliamo davvero un lavoro da fare per tutta la vita?) ma sono comunque grandi soddisfazioni.

E se ci penso, chi l’avrebbe mai detto 8 mesi fa che avrei potuto fare un colloquio con le Olimpiadi?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s