“C’è la neve nei miei ricordi, c’è sempre la neve…”

E’ iniziato tutto tanto tempo fa, con il mio primo blog perché sì, sono recidiva e non riesco a smettere di scrivere.
Non mi ricordo bene che momento della mia vita era, ma pare fosse il post Australia. In effetti, la mia vita è divisa tra pre Australia e post Australia. Tra pre Germania e post Germania e così via.
In ogni caso, la storia che voglio raccontare parla di blog, di due città distanti e di due amici che si sono conosciuti grazie alla tecnologia. Anche se mi piace pensare che ci saremmo incontrati comunque.
Ho dei vividi ricordi di notti d’estate passate a leggere i post del mio amico nella mia cameretta, con solo la luce della scrivania accesa. Ho dei chiari ricordi anche dei primi messaggi che ci siamo scambiati, più per curiosità che altro.
E poi non so quando ma siamo diventati amici, amici davvero. Di quelli che anche se sono lontani li senti sempre vicini. Di quelli che quasi quasi sono più amici degli amici che hai nella tua città, a cui certe cose non le racconti perché ti viene più facile raccontarle a lui. Spiegazioni non ce ne sono, perché per alcune cose non serve dire niente.
Ma io sono in vena di scrivere questa sera, come non mi capitava da tanto tempo.
Così, mi piace viaggiare nei ricordi di questa amicizia per tirare fuori dal cappello gli abbracci, i sorrisi, la pizza a Trieste, l’aperitivo di corsa di un sabato pomeriggio e poi Milano. Milano che ha la sua canzone a parte, Milano che se ci penso sento ancora la neve sotto i piedi e i Navigli vicino a noi.
Poi c’è tanto tempo dopo e tanto silenzio, insieme ad una Torino vuota. Tremendamente bella ma vuota, come se mancasse un tassello del puzzle. E il tassello mancava veramente, perché quel viaggio mi ha fatto capire tutto quello che stavo sbagliando. Ma nella vita c’è solo una cosa a cui proprio non si può porre rimedio e, per fortuna, non era questa.
Così, Torino è diventata stupenda anche d’inverno.

Questo weekend finalmente ho visto la Torino che volevo.
Si potrebbe pensare che la storia finisca qui. Invece la storia sta appena iniziando e spero prosegua nel modo in cui è sempre andata: con tanti viaggi, con altre Lonely Planet e tante storie nuove da raccontare e da condividere.
Perché, che senso ha la vita se non la condividiamo?

“Ciò che è fuori è anche dentro; e ciò che non è dentro non è da nessuna parte. Per questo viaggiare non serve. Se uno non ha niente dentro, non troverà mai niente fuori. È inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di sé.”
Tiziano Terzani

Advertisements

One thought on ““C’è la neve nei miei ricordi, c’è sempre la neve…”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s