Filosofie di vita e concerti.

Come sottofondo musicale oggi la casa offre il nuovo cd dei Mumford & Sons, “Babel”. Spettacolo.
Ho deciso di farmi un regalo: l’11 dicembre suonano all’O2 Arena e domani mattina comprerò un biglietto. Con una mia amica ci eravamo ripromesse di andare ad un loro concerto assieme così, appena saputa la notizia del loro concerto a Londra, la mia amica ha deciso di cogliere l’occasione al volo e di venire a trovarmi in quei giorni, per poter poi andare al concerto assieme. YAY.

Oggi sono andata alla scuola per il “discorso del Presidente”. Dovreste vedere che tipo è… sulla 70ina (e mi scuserà se avesse meno anni e dovesse mai leggere questo blog), alto e magro, in giacca a cravatta, con un bel caschetto bianco/grigio e gli occhiali. Ma se fosse solo questo, capirei. La cosa assurda e geniale sono i discorsi che fa in quel suo inglese con accento marcatamente italiano, inventandosi anche alcune parole secondo me. In poche parole: un genio.
Secondo quest’uomo, il mondo là fuori è la proiezione di quello che noi abbiamo dentro. E quindi, dobbiamo conoscerci molto a fondo, per assumerci le nostre responsabilità in sostanza. Il che non è completamente una cazzata.
Ora la scuola mi rivede martedì, nel frattempo da domani inizia la perlustrazione dei ristoranti in cerca di cameriere.
Ho deciso di cambiare tattica, di omettere alcuni orari della scuola e propormi direttamente come lavoro di sera e al weekend. A mali estremi, estremi rimedi, dopo applicazioni (scusate la traduzione) rifiutate da Harrods, McDonald e una catena di ristoranti italiani. Poco male, andiamo a spaccare i culi domani a Covent Garden sperando di avere un po’ di fortuna.
Per la cronaca la pizza dell’altra sera non era affatto male per essere in UK, anche se le pietanze continuano a non avere molto gusto qui. Oggi per rendere l’insalata appetitosa ho dovuto mettere un kg di sale. Tra sei mesi avrò poca ritenzione idrica.
Una cosa però c’è da dire: i biscotti Digestive sono i miei preferiti insieme alle quintalate di sushi che sto ingurgitando.
A presto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s