Lo zio d’Australia.

Cinquant’anni fa l’unica possibilità per avere una vita migliore era emigrare, così lo zio ha fatto armi e bagagli e se n’è andato su una di quelle navi che ci mettevano giorni e giorni e giorni per arrivare dall’altra parte del mondo.
Nonostante gli anni trascorsi in Australia, lui la “sua” Trieste non l’ha mai dimenticata e così, ogni due anni circa, torna a casa.
Tre mesi fa, me lo sono ritrovata seduto nella mia cucina. Un colpaccio, roba da infarto. Mi aspettavo quasi sbucasse la Carrà da un momento all’altro.
Lo zio d’Australia è un uomo di 84 anni, super in gamba, che gira il mondo e non chiede niente a nessuno.
Quando arriva in città torna sempre nel suo appartamento al sesto piano (e ogni volta sale tutti gli scalini senza batter ciglio!) e passa l’estate con i suoi amici di vecchia data (e parlo di date veramente vecchie) andando al mare, in Croazia, in Liguria.
Nella sua lunga vita ha avuto tre mogli e svariate altre donne. Ha due figli. Ha una licenza di taxi che noleggia a Melbourne. Ha vissuto nelle Filippine e mi sa che gli hanno pure sparato.
Sta sera siamo stati a cena e i discorsi su quello zio, quel cugino, quella nonna si sono sprecati. E’ stato un tuffo in un passato che io non ho mai conosciuto.

Mercoledì lo zio d’Australia parte per ritornare dall’altra parte del mondo e la realtà è che forse non lo rivedrò mai più.
Fa un po’ impressione, salutare qualcuno e non essere sicuro di rivederlo anche se, presuppongo, sia il prezzo da pagare quando giri il mondo.
Non mi è restato che augurargli buon viaggio e raccomandargli di scrivermi una mail quando arriva di là.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s